LA STORIA

PGS  – Polisportive Giovanili Salesiane – nasce nel 1967 – quindi quest’anno compie 50 anno! – per iniziativa di CNOS (la congregazione salesiana maschile) e CIOFS (le Figlie di Maria Ausiliatrice, cioè le suore salesiane) e in particolare grazie a don Gino Borgogno, un eccezionale sacerdote salesiano che sin dalla metà degli anni ’60 cullava l’idea di affiancare al CONI e agli altri enti di promozione sportiva un’associazione che si ispirasse esplicitamente all’insegnamento di don Bosco e ai valori della tradizione educativa salesiana.

Nel 1979 P.G.S. ottiene per la prima volta dal CONI il riconoscimento quale ente di promozione sportiva e la questo punto don Gino ha la grande intuizione: il modello PGS si rivolge non solo agli oratori e agli altri ambienti salesiani – nei quali da sempre lo sport è praticato e gode di particolare considerazione – ma anche e soprattutto all’infuori del mondo salesiano, tra le società laiche, alle quali viene offerto un modello originale di sport, che senza rifiutare l’agonismo valorizza le grandi potenzialità educative insiste nel fenomeno sportivo e pone al centro del lavoro degli “alleducatori” (l’allenatore che è anche educatore) la persona, il ragazzo.

In Friuli Venezia Giulia la P.G.S. delle origini si identifica soprattutto con l’ambiente dell’O.M.A., l’Oratorio Maria Ausiliatrice di Trieste, uno dei primi ambienti retti dalle F.M.A. – allora aperti esclusivamente alle ragazze –  ad introdurre lo sport nelle propria offerta educativa (d inizio anni ’70 l’OMA Trieste diviene in breve la più importante realtà triestina femminile nella pallavolo e raggiunge una categoria equivalente ad una serie A2 dei giorni nostri)

Tra le F.M.A. più attive nella valorizzazione dello sport femminile in versione P.G.S. si distingue soprattutto suor Pierina Trevisan, che però ad inizio anni ’80 va ad operare nella realtà del Veneto, sostituita nella nostra regione da suor Gina Bilato.

 

DON GINO BORGOGNO

 

ALCUNE DATE SALIENTI:

9 dicembre 1986 – E’ la più antica data che si rinviene nei documenti della PGS regionale degli inizi. Vi si svolge una riunione – all’Oma di Trieste – presieduta da Sergio Dovgan e presente la delegata salesiana sr. Gina Bilato, nella quale si informa che don Gino Borgogno – padre fondatore della PGS – insiste sull’opportunità che anche in Friuli Venezia Giulia si costituisca un Comitato regionale.

16 gennaio 1987 – Il verbale della nuova riunione sembra dare per acquisita la costituzione del Comitato e l’elezione di Sergio Dovgan alla presidenza. Si dà atto dell’avvenuta affiliazione delle tre “Oma” – pattinaggio, pallacanestro e pallavolo – con 227 tesserati complessivi; in una successiva riunione, il 13 febbraio, s si citano altre  quattro realtà regionali nel frattempo affiliatesi:  APA S.Vito, Skating Smile e Polisportiva Fontanafredda e Virtus Vigonovo (i tesserati sono saliti a 376)

14  ottobre 1988 – Ha luogo l’assemblea regionale (la prima?), cui peraltro partecipano le sole associazioni triestine.  E’ eletto il nuovo direttivo regionale: Sergio Dovgan presidente, Franco Maier vicepresidente, direttore tecnico Elena Gianello, segretario-tesoriere Clara Spetti, dirigenti Giovanni Decaneva e Ileana Ziani. Sr. Pierina Trevisan è la nuova delegata salesiana e c’è anche un delegato, don  Carlo Chiarotto.

15  maggio 1990 – E’ costituito il Comitato provinciale di Pordenone, presidente Dante Ornella.

2 dicembre 1990 – Al Palamarmi di Pordenone va in scena la prima gara regionale di pattinaggio artistico; è in assoluto la prima attività sportiva regionale organizzata dalla PGS in Friuli Venezia Giulia. Da quel 2 dicembre non ci siamo mai fermati …. almeno sino al 2017!

Aprile 1991 – Il Comitato regionale si cimenta nell’organizzazione di tre finali nazionali: pallacanestro e pallavolo a Lignano, pattinaggio artistico a Piancavallo. Le manifestazioni riscuotono vivo successo e l’operato del Comitato è oggetto di lusinghiero apprezzamento da parte della dirigenza nazionale (il Friuli Venezia Giulia organizzerà la finale nazionale di pattinaggio artistico anche nel 1999, 2001 e 2002 a Piancavallo e  nel 2003 – parzialmente –  2008,  2010 e  2013 a Latisana, nonché nel 2006 a Lignano Sabbiadoro)

11 aprile 1992 – Presenti i delegati nazionali don Gino Borgogno e suor Giuliana Cabras, ha luogo a Trieste la seconda assemblea regionale, che risulta alquanto vivace per una certa “contrapposizione” territoriale che emerge tra Pordenone e Trieste. Nella successiva riunione del Comitato regionale Sergio Dovgan è rieletto presidente.

5 maggio 1996 – Sergio Dovgan è confermato nell’incarico di presidente regionale; nell’assemblea nazionale di Rimini del 2 giugno Giovanni Decaneva è eletto per la prima volta consigliere nazionale. Decaneva mantiene l’incarico sino al 1998, anno in cui assume la presidenza regionale ed è sostituito nell’incarico nazionale da Americo Pippo; nel 2002 quest’ultimo diventa a sua volta presidente regionale e Giovanni Decaneva torna in Consiglio Nazionale del quale fa tuttora parte.

21 aprile 2002 – La PGS è in lutto: scompare don Gino Borgogno

 

Il gruppo dirigente nazionale PGS 2013-2017 – a sinistra il presidente Gianni Gallo – assieme a suor Giuliana Cabras, per tantissimi anni l’alter ego al femminile di don Gino